UNA CASA DI DONNE

Un racconto commovente e lucido sulle fragilità sociali

Di Dacia Maraini

Regia di Jacopo Squizzato

con Ottavia Orticello

Scene Sara Gicoradi

Costumi Sara Gicoradi

Assistenti alla regia
Katia Mirabella e Giulia Odetto

Dacia Maraini racconta la storia di Manila, Erica e Marina, che sono portate sul palcoscenico grazie alla sensibilità  di Ottavia Orticello con la regia di Jacopo Squizzato.

In un unico corpo vivono le anime delle tre coinquiline. Un racconto dall’unica voce narrante di Manila, una giovane donna tormentata, libera e fragile, rotta nel suo corpo esuberante e osceno.

C’è tutto un mondo  di uomini che si muovono attorno a questa casa di donne che non si vedono, anche se presenti con la loro fisicità prepotente. Sono i carnefici e gli acquirenti che riducono in schiavitù quelle donne libere.

Così, Ottavia Orticello ci racconta la bellezza nel bel mezzo della disperazione e ci  restituisce le sfumature di un’anima sconfitta e delicata.

La vediamo amare e proteggere e stringere a se stessa tutte le donne. Parla con loro come a sua madreperla poi annullarsi. Riesce stringere i denti e a ridere, anche se con dolore. La regia di Jacopo Squizzato ci restituisce un testo che mostra la complessità dell’universo, che si nasconde dietro il mondo della prostituzione con l’ironia, che da sempre caratterizza i testi della Maraini.

Sulla scena solo una panca spostata e sollevata, che diventa letto, poltrona e sostegno, spina dorsale. Una luce che veste e disegna i corpi sconfitti di queste donne e ne scandisce i racconti. Ce le regala esuberanti e tormentate ma, poi celate, in un attimo, esposte e intime.

Condividi sui social

PROGRAMMAZIONE

Dal: 14 Gennaio 2019
Al: 15 Gennaio 2019
19:00
Dal: 17 Gennaio 2019
Al: 27 Gennaio 2019
19:00
26 Luglio 2019
19:00
28 Novembre 2019
18:00
28 Novembre 2019
18:00
30 Novembre 2019
18:00
14 Dicembre 2019
18:00
10 Dicembre 2021
21:00