Tutto il mio amore

Tutto il mio amore

Di

Regia di

con

Tutto il mio amore

Amore come Donna. Amore come lotta ad una NON VITA. E come sempre tutto nasce da una semplice storia, straordinaria come solo sanno esserlo le storie semplici, particolare perché si svolge in uno spazio e tempo definiti, universale perché riguarda tutti, tutti coloro che nel mondo stanno lottando per la loro esistenza, per non sparire, perdendo l’identità del proprio popolo a causa di una migrazione forzata dalla propria terra e dal controllo criminale di essa. Questa è la storia di Carla, una semplice ragazza che ama un ragazzo, che improvvisamente muore. Questa è la storia di un amore come tanti altri, diverso dagli altri: la storia di Carla e di Bruno e della loro terra meravigliosa, la Calabria. Lì, tra lo splendido altopiano silano e il mare “azzurro come il cielo” si consuma ogni giorno silenziosamente la tragedia dell’indifferenza verso gli sprechi, lo sciacallaggio, l’abbandono coatto di rifiuti tossici, gli incendi dolosi, le continue mortificazioni ed intimidazioni che bloccano il tentativo di onesti commercianti di non piegarsi a logiche mafiose, che minano la salute degli abitanti di una società sparente. Una storia  di un piccolo mondo antico ricco di umorismo e poesia, dove un paradiso come la Calabria (e come l’Italia) diventa “Il Paese delle Fate”, il Paese dove tutto è possibile e la corruzione si maschera abilmente vestendo i panni di “maghi gentili ed eleganti” che promettono posti di lavoro in cambio del silenzio. Una terra che sta morendo a causa di un misterioso virus: il Nulla.