QUI

Cosa ci faccio io qui?

QUI

Di
ELVIRA SCORZA

Regia di
ELVIRA SCORZA

con
ELVIRA SCORZA
JOZEF GJURA

QUI

Cosa ci faccio io qui?

Cosa ci faccio io qui? Domanda complicata che arriva quando non ci sentiamo più a nostro agio in uno spazio, quando questo spazio ci si chiude intorno, e di quello che abbiamo vissuto tra quelle quattro mura resta solo la domanda: perché? Cos’è questo qui? è la stanza che ospita il mio sentirmi a disagio?! è la situazione che sto vivendo?! come si è evoluta rispetto alle aspettative che avevo?! O forse è tutta una questione di punti di vista, e il Qui che non si riconosce più è una matrioska di piani: una stanza, le cose che abitano questa stanza, le persone che vivono in questa stanza e gli oggetti che toccano, la storia che si portano dietro questi oggetti, il modo in cui questi oggetti resistono al cambio di situazione e riannodano i fili.

Una stanza, la stessa. Tre storie, diverse. Ma forse non del tutto

Ci sono due sconosciuti che hanno passato la notte insieme, una madre che aspetta il figlio e una coppia ormai alla fine. C’è una stanza, tre storie, magari un po’ d’amore in comune; di sicuro c’è il fatto che ciascuno sta solo, in questa stanza, a fare i conti con qualcuno che di questa solitudine vuol farne parte. E l’amore forse è solo l’ultimo dei problemi, per chi resta.

Fili rossi che spesso neanche sappiamo di avere in mano, e che in realtà ci conducono fino al cuore del problema: che ci faccio io, qui?
Sono senza mutande nel letto di uno sconosciuto, seduta sul letto di mio figlio e aspetto al buio, impalata davanti al letto che mi ha vista moglie di qualcuno che adesso neanche riconosco. Arrabbiata, preoccupata e sconvolta; sono scompigliata, trasandata, incinta.

C’è qualcuno con me, anche lui seduto sullo stesso letto. Anche lui, senza sapere che fare, a questo punto, in questo spazio e in questo tempo.

E allora il Qui diventa un labirinto in cui ci si perde, e dalla specifica situazione che ci vede ingabbiati in un’ambascia tale da portarci a chiedere cosa fare, diventiamo pezzi di una storia comune non solo per le situazioni raccontate e per lo spazio in cui si raccontano – la camera da letto è il posto perfetto per farsi assalire dai dubbi sul perché e sul per come si è passato del tempo insieme a qualcuno – ma anche per le dinamiche che caratterizzano questo fuggi fuggi mentale: che ci faccio qui è una domanda che esiste perché spesso non si ha la forza di andarsene. Si soffre tutti, si ama tutti, e si è tutti abbastanza soli. Il difficile sta nel trovare le parole giuste per dirlo, e allora il che ci faccio qui sottende domande taciute:

Chissà se anche l’altro vuole che io resti, nonostante tutto. O se  non vede l’ora di andarsene, dopotutto. Chissà se qualcuno tornerà, qui.

PROGRAMMAZIONE

15 Giugno 2019
20:30
28 Giugno 2019
20:30
29 Giugno 2019
20:30

GALLERY