GAIA in Veloce e scherzoso discorso al Mondo

DETTAGLI

Scritto e interpretato da Stefania Ventura
Regia  di Luca Negroni

Date

27 giugno -  4 Luglio 2018:  Palcoscenico delle idee - Muggia
29 Giugno 2018: Palazzo Manzioli di Isola
11 luglio 2018: Teatro Marconi festival, Roma
16 Novembre 2018: Teatro Betti, Roma

La storia si svolge in un’immaginaria stanza qualunque di un appartamento qualunque di una città o paese qualunque. Nel corso di una notte, Gaia, una buffa donna, si sveglia come al solito tra un incubo e l’altro. Da quando è stato deciso il razionamento dell’acqua a causa della crisi idrica vive da giorni un forte disagio. Essendo informata sul tema dei mutamenti climatici, e scioccata dopo avere letto l’ enclica di Papa Francesco, senza rendersene conto è entrata, in ossessione, in ansia: è convinta che a breve si estinguerà assieme a tutti gli esseri viventi a causa del riscaldamento globale. Ogni notte, dopo ogni incubo, in cui dialoga con improbabili personaggi (dialoga spesso con una grande alga del lago di Ciad che si è ammalata per il caldo), si sveglia e con ritmo serrato sviscera il suo canto interiore da buffa arrabbiata, parlando con se stessa e al mondo, immaginando che esso l’ascolti; per cui, volutamente, l’interprete di Gaia si rivolgerà spesso direttamente al pubblico reale, guardando negli occhi, identificandolo come ”il mondo”o ”parte del mondo” che il personaggio Gaia immagina. Ma nel corso di questa notte succede qualcosa di speciale, dovuta alla presenza del suo personale Daimon e chissa come andrà a finire.